Ananda Marga Yoga Treviso
Ananda Marga Yoga Treviso
Ananda Marga Italia
ultime ricerche
ananda marga
shrii shrii ananda...
neoumanesimo
... altre ricerche ...
Home > TAIJII QUAN e QI GONG
RSS Atom stampa
Home
ISCRIZIONE AI CORSI
CHI SIAMO
DOVE SIAMO
YOGA
VEGETARIANISMO
IL FONDATORE
CENTRO DI ZENSON DI PIAVE (TV)
NUOVA STAGIONE 2014 - 2015
Archivio
pubblicazioni
Link
Contatti

TAIJII QUAN e QI GONG

Il Taiji Quan è straordinario e favorisce il prolungamento della vita
(Lao Tzu)

Il Taiji Quan è l'Arte Marziale in cui il corpo e la mente si fondono con il respiro, con il cuore, con l'ambiente attraverso la fluida e a volte impetuosa danza del movimento. La pratica renderà la circolazione energetica all'interno del corpo estremamente benefica. Da qui il nome di Ginnastica di Lunga Vita.

Come agisce il Taiji Quan

Sul piano fisico i movimenti rotondi e rallentati consentono di rinforzare l'apparato muscolo-scheletrico, mobilizzano le articolazioni, lavorano sugli organi nel rigoroso e pieno rispetto del corpo, che non viene mai sottoposto a forti sollecitazioni, ma accompagnato verso una "forma migliore". Lo studio del Taiji Quan non è solamente uno studio legato al movimento fisico ma una profonda filosofia di vita che affonda i suoi contenuti nell'antico pensiero Taoista, ogni movimento esprime l'alternanza dello Yin /Yang, di vuoto e pieno: l'uomo e l'universo entrano in unione.

Taiji Quan in breve

E' un' esperienza che può arricchire tutti, un'attività che può essere complementare ad altre.
Un gioco di armonie, anche un gioco a due.
Richiede attenzione sul proprio corpo e sviluppa padronanza nei movimenti attraverso l'esercizio senso-percettivo.
Ricerca l'equilibrio per ottenere rapidità.
Fa bene, riduce le rigidità e rasserena.

---------------------------

GIORGIO SEGATO: TAIJIQUAN

Laurea in scienze  politiche (indirizzo politico sociale) presso l'Università di Padova.
Lavora dal 1973 al 1988,  presso l'ufficio personale della Telekom Italia di Mestre  e presso l'Unicredit nelle sedi di Trieste e Treviso.
Si trasferisce a vivere all'estero nel  1988, dapprima, per dieci anni circa, in Kerala, India, poi nel sudest asiatico: Indonesia e Malesia e dal 2001  Thailandia.
Durante questa ventennale esperienza nei paesi asiatici, si avvicina a varie pratiche e discipline olistiche orientali tra le quali lo yoga, la meditazione, il kalaripayattu (arte marziale del sud dell'India), la pencak silat (arte marziale malese e indonesiana), il qigong, il taijiquan, il baquazhang e lo shaolinquan (arti marziali e pratiche  di respiro e meditazione cinesi), l'ayurveda e il massaggio tradizionale tailandese.
Inizia lo studio e la pratica del taijiquan nel 1996 a Penang, in Malesia, con il maestro cinese Tan Hock Soon. Il maestro Tan è un medico, presidente della Penang Wushu Association, e insegna il taijiquan, sia della scuola Chen che della scuola Yang, da oltre trenta anni.
Continua a frequentare la classe del maestro Tan a Penang durante i ripetuti viaggi nell'isola,  e dal 2001 inizia ad approfondire la pratica studiando e praticando con altri maestri e scuole a Bangkok, in Thailandia.
Inizia lo studio e la pratica della forma tradizionale taijiquan di Yang Chengfu con il maestro Ajarn Chandaje Puanggen, così come la pratica del  tui shou, la spinta delle mani, un eccellente metodo di allenamento che consente di sviluppare la capacità di 'sentire' l'energia.
Dal 2002 frequenta la scuola Zau Hai Shomrome del maestro Prasit Rattanawongsarote a Bangkok dove si praticano diverse forme di spada taiji (come la sequenza semplificata 32 taijijian, la combinata 42 taijijian),  sequenze di ventaglio taiji (la sequenza della mantide religiosa, il taiji gongfu san, il taiji hong meng san) e le sequenze moderne del taijiquan come la forma semplificata 24 movimenti e la sequenza di 42 movimenti combinata.
Contemporaneamente partecipa alle classi del maestro Zhao You Bin, rappresentante della quinta generazione della famiglia Yang, sia al parco Lumphini a Bangkok (Yongnian Taiji Association), che al parco Romaninaart, sempre a Bangkok, dove si praticano la forma tradizionale della scuola Yang, 85 movimenti, e varie sequenze ridotte (28, 37 e 40) e la spada tradizionale della famiglia Yang, taijijian 51.
Dal 2005 allarga lo studio e la pratica delle arti marziali cinesi (wushu), sia 'esterne' come lo shaolin gongfu,  che di quelle 'interne' come il baquazhang con il maestro Lee Wei Dong.
Rientra in Italia nel 2007 e comincia l'insegnamento del taijiquan con l'Arci e  alcune palestre della città e provincia.
Nel 2010 ottiene  il diploma di istruttore di qigong presso il Centro della Cultura Orientale di Venezia-Mestre diretto dal Maestro Chen Liansheng con il quale continua la collaborazione.
Nel frattempo viaggia due volte all'anno per alcuni mesi a Bangkok per approfondire  lo studio e la pratica  del qigong  e del taijiquan.

Contatto: 0422 403510 - 3334778643

06-08-2012 Ananda Marga Yoga Treviso